Tribute To Warsore 10″ Compilation

The Tribute To Warsore 10” compilation is finally available from us too!!
We’ll get in touch with the people that preordered a copy in the coming days.
We still have a handful of these in case you are interested. Get in touch at insomnia_isterica@hotmail.com.
Cheers and thanks!
 
Attila&Giulio&Mirko

tributetowarsore_pic2tributetowarsore_pic3tributetowarsore_pic4tributetowarsore_pic1

Warsore + Es gibt kein “Zeitgeist”, Scheisse nur

Dopo peripezie varie, ritardi e scazzi, rieccomi a infestare la rete per quanto mi è possibile.
Come già preannunciato in parte, oggi vi proporrò un tòcco di grinddecorre australiano very very putent e bell!

wEccoci dunque a parlare dell’EP “Brutal Reprisal” dei mitici Warsore.
Una figata pazzesca; grindcore di quello vero, grezzo, senza rispetto, senza tecnica, semplicemente vomitato fuori senza pietà e così reale, così sincero, primitivo e primordiale.
Intro un po’ stupide e sempre un po’ stupide e voci di sottofondo a rincarare il divertimento e tanto sano martellamento. Le chitarre, un poco di sottofondo a dire il vero, sono l’anti clean e le voci semplicemente si adattano benissimo al sound di disprezzo che viene fuori da sto bel dischetto.
Insomma l’avete capito, sto EP mi piace un casino e se ve lo propongo è perché non vi rispetto.
Trovato per un prezzo da ridere in una distro crucca quando ogni speranza sembrava ormai vana. A voi il divertimento!
front
back

Settimana scorsa in seguito ad un discorso fatto con l’Ano che si è protratto nel cuore della sera stanca, mi sono sentito spinto a guardare finalmente sto cazzo di Zeitgeist. Niente di chissà quanto nuovo a dire il vero visto che sinceramente mi sentivo e mi sento tutt’ora una che le cose le vede per quello che sono e non per quello che ti vengono presentate e mostrate. Fatto sta che è abbastanza noiosetto (due ore x due episodi…), ma se avete bisogno di qualche scusa ulteriore per odiare il sistema e l’essere umano potrebbe essere una visione terapeutica a suo modo.
Ciò che mi ha fatto decisamente sorridere è il progetto Venus (guardatevi i documentari, non ho voglia di spiegare troppo nei dettagli), che in poche parole implica l’amore (strettamente scritto in minuscolo!) fra gli essere umani… ebbene, non ci credo eheheh! Esiste solo il caos alla fine, non esiste un paradiso creato dall’uomo, non esiste la non-avidità, il non-odio, il non-fottiti-stronzo-adesso-ti-rubo-tutto-compresi-moglie-e-cane, al di fuori della natura umana; il marcio è onnipresente nella nostra specie e ciò che qualifica questi simpatici sognatori è un semplice “coglioni” e “infondo siete uguali agli altri”…!
Non esiste uguaglianza, non esiste libertà; l’anarchia è senz’altro l’unica forma di (auto)amministrazione e (auto)governo  più degna e nobile, ma è strettamente irrealizzabile e non può che condurre all’aspirato caos, che, forse sì, potrebbe effettivamente portare un beneficio uccidendo, estirpando le erbacce e dando la possibilità a chi ha veramente le palle di riprendere il controllo. Ma anche qui dove giungiamo? A una forma di controllo e di oppressione che a sua volta avvantaggerà pochi e fotterà molti.
Conclusione? Che si fottano tutti e giocate al grindcore che è meglio!

Saluti e a venerdì soccer da merda!

ATB