Visioni offuscUate e orecchie otturUate

Il periodo del “non sapere” è finito e ne sono uscito tutto intero. Continuo a non sentirci bene e le medicine mi hanno mandato al tappeto per due giorni. Adesso mi sento decisamente meglio anche se continuo a espellere muco da ogni fessura della mia faccia di merda.

Ho avuto l’occasione di vedere qualche filmino ultimamente e pensavo di spendere qualche parolina inutile a riguardo di qualcuno di questi.

The Killer Inside Me

La prima volta che ho sentito parlare di questo film era per la scena in cui Jessica Alba viene sculacciata senza creanza. La g’ha di bei ciapp sicurament, ma il film fortunatamente non finisce qui. Esiste una certa comunione d’intenti con American Psycho, solo che qui il protagonista non è ricco, non è uno yuppie del cazzo e ha un fascino tutto suo. Aggiungo solo questo: Texas, anni ’50, violenza, Jessica Alba, PULP!

Fratelli In Erba

Un grandioso Edward Norton in un doppio ruolo favoloso. Due gemelli davvero diversi per quanto in fondo uguali; uno è un professore di storia della filosofia antica, rispettabile, tranquillo; l’altro, un perfetto coltivatore e spacciatore di erba con il desiderio di mettere la testa apposto.
Oltre a stone dietro stone, a una Susan Sarandon dal passato tutto strano e una Kelli Russell che pesca i pesci a mani nude, ci sono di mezzo anche gli ebrei e morti un po’ quà un po’ là. Il finale mi è piaciuto tantissimo.

Giustizia Privata

A volte la vendetta è cosa buona e giusta ma qui le macchinazioni sono quasi eccessive. Il Gerardino si incazza proprio di brutto e la fa pagare a tutti. Nonostante tutto mi ha fatto bene guardare un film così anche se la fine del protagonista è facilmente prevedibile ormai…

Un grazie di culo a tutti coloro che sono venuti venerdì e/o sabato 10 e 11 settembre a Lugano e Modena. Ci ha fatto piacere vedere le vostre brutte facce e spero abbiate avuto le coliche nei giorni successivi. A breve ci saranno altri concertini di amore universale, quindi non disperate!

Atilllllllllllllla con tante “l”