Insomnia Isterica / Alfatec / F.U.G. Live in Fiaska – CS()A Il Molino // Intervista ai Kazamate di Giulio The Huere

Uff! Grande noia e stanchezza frammista a qualche vagito di allegria e gioia.

Sto scrivendo e leggendo troppo e non vedo l’ora di sabato per fare un po’ di bel casino in compagnia di fiorentini e palermitani per l’occasione in Fiaska insieme a noi decerebrati degli Insomnia Isterica.

Non andate nei soliti posti di merda a maledire la gente e i prezzi troppo alti! Venite al Molino che fa anche bene all’intestino!

Presente anche la nostra distro. Ci servono i soldini per le prossime uscite…

Qui l’evento sul facciabuko. Non fate caso alla vecchia versione del flyer proposto qui.

Vi segnalo anche la pubblicazione dell’intervista ai bellissimi Kazamate in merito al loro tour in Indonesia. Da non perdere sul blööörrrggghhh del Giulio!

Salute!

ATB

Video PLF @ La Fiaska – CS(O)A Il Molino

… è stata una serata di puro casino terapeutico e sana gentaglia allegra. Ho pubblicato un videino dei PLF (Pretty Little Flower) affinché tutti possiate apprezzarne il candore.

Alègher!

ATB

Crazy gigs in Lugano this October!!!

We are proud to announce three awesome gigs for the month of October in Lugano at the CS(O)A Il Molino @ La Fiaska!

The names say all for themselves!

Cercate di esserci perché anche io dovrò impegnarmi per farcela…! E poi non state a casa a farvi le pippe e a cazzeggiare davanti al computer a leggere della miserabile vita degli altri quando potete bere vagonate di birra, comprare qualche bel disco e vedere tanta brutta gente!

ATB

06.08.2011 – Lychanthrophy / Prügelknabe / Gokurtrussell – Live al Molino Lugano

Lugano, 06.08.2011 @ CS()A il Molino, Viale Cassarate 8

Werewolf Fastcore/Grind Infection with:

LYCANTHROPHY – Ultra fastcore grind violence, CZ
myspace/lycanthrophy

PRÜGELKNABE – Fastcore power violence, ex SHEEVA YOGA, CZ
bandzone/prugelknabe

GOKURTRUSSELL – Fastcore blastbeat punk violence, CH
myspace.com/gokurtrussell

Start 22:00
Entry 5.- CHF / 3.- EU

Presented by
L’è Tütt Folklor Records DIY

Ricordi offuscUati tornano alla vita

Sabato è stato bello! Ad un certo punto non si capiva se ci sarebbe stata gente e come sarebbe potuta andare in generale, ma siamo rimasti più che positivamente colpiti.
Posto fighissimo, birra buonissima e allegria a tutto spiano! Invitati 7 giorni prima e siam rimasti lì fino alle 7 di mattina.

Sabato 26 febbraio suoneremo a Losanna in uno squat di cui ancora non conosco il nome. Sappiamo solo che ci sarà del casino e che berremo tanti birini facendo del buon grindcore!

Per tornare al vero motivo di questo post, vi propongo la registrazione video “The Lugano Tapes” del mitico complessino Elio E Le Storie Tese ripreso allo Studio Molo della radio. Il FabiAno e il sottoscritto erano presenti in tenuta rigorosamente da sera con giacca e cravatta secondo i desideri degli Elii, ma non ci si vede perché era tutto offuscUato e comunque non mi riconoscerei senza cavii.
Da notare la presenza del chitarrista Ike Willis del genio Frank Zappa, Riccardo Fogli, Pitura Freska, LA MARIUCCIA MEDICI (purtroppo i suoi interventi di superba saggezza non sono stati rilasciati nel dvd) e un simpatico leghista seduto sulla sedia del municipio di LugAno Quadri (capelli lunghi = droga!).
Insomma, da guardare e ascoltare per godere di buona musica e di un po’ di sano sarcasmo deviato targato EelST.

Alègher!

ATB

C’ho il catarro nelle orecchie ma almeno sono tornato

Oppala!

È stata lunga, ma, un po’ come tutte le cose, è finita anche questa e quindi è ora di far perdere qualche minuto di vita anche ai poveri disperati che leggono queste pagine.

Essendo in Ticino non ho a disposizione fisicamente la mia musica quindi farò il ladro proponendovi il rip fatto da qualcun altro.
Siccome c’ho il catarro nelle orecchie ho pensato di aiutarlo a rientrare nella caverna ma è andata a finire che adesso ce l’ho anche nel cervello insieme ai viri del compiiuter e ai bateri nei pommoni. Tutto per colpa/grazie a questa bella cassettina comprata fra le zanzare e il riso di Novara dopo il concerto del 2 luglio.

Agathocles / Archagathus, Split Tape

Da non confondere con lo split uscito su vinile, questa bella cassetta propone altre registrazioni che ci fanno provare l’amore per gli universi e ci fanno ballare i walzer pensando a quanto è simpatica la vita. I canadesi sono un po’ come i figli bastardi degli Agathocles ma sanno comunque dare un’iniezione personale al marciume che spacciano mentre gli AG sono sempre gli AG e li si amano perché sono gli AG e gli AG sono gli AG perché gli AG sono pur sempre gli AG. Bello l’interno con una composizione dei due loghi, peraltro simili, a sancire la “mincecore friendship” come la definiscono loro. Credo sia ancora acquistabile (per esempio qui direttamente da Dan) quindi dopo aver ascoltato l’anteprima proposta fateci un pensierino. MINCE FOREVER, HAIRCUTS NEVER!!! Come dar loro torto…!

Ieri ho finalmente aggiornato la distro con nuovi titoli. Abbiamo disperatamente bisogno di danari per le prossime produzioni quindi cercate di sostenerci nel limite del possibile.

Vi propongo anche la bellissima recensione della split tape con gli Psychotic Sufferance scritta dal soci Simone.

Vi ricordo anche i prossimi due concerti degli Insomnia Isterica: venerdì 10 settembre casino e lode al baccano in Fiaska al CS(O)A Il Molino a Lugano e sabato 11 a Modena a La Scintilla per il September To Dismember con tanta bella gente problematica. Rispondete presente e portate il buon umore insieme a qualche birra per il sottoscritto!

Uepa!

ATB


Hippie svedesi bravi e profeti del 3° millennio

Che bello il natale che fa bene ai nostri fegati mai stanchi e i babbi natali che rimangono incastrati nei camini perché mangiano troppi bambini e le renne che fanno la cacca sui marciapiedi e poi i vecchi ci scivolavano sopra e morivano e i papi e i cardinali assaliti che rompevano i femori e il freddo che fa bene alle ossa e nessuno che gliene frega un cazzo del Gesù Bambino!

Minchia che intro…

Tagliamo la testa alle barbie e ai big jim e veniamo agli hippie svedesi che fanno le belle musick:

Siena Root, Different Realities, 2009

“Che belle musiche” dissero i mirki e i giuliani nel locale antiatomico del tessin e allora come non proporli al popolo della rete pornosa?!
Deep Purle, Led Zeppelin, 70’s, un po’ di progressioni prog e stonerate, strumenti indiani, atmosfere orientali e tanta droga vanno a formare il sound di questa eccezionale band svedese al 4° full length. Recentemente è uscita anche la versione in vinile che credo proprio meriti l’attenzione del nostro borsino.
Basta parlare e godete!

E adesso or ora in questo momento tocca ai profeti del 3° millenio… Persone che stimo (?) (eh… non troppo ma un po’ sì dai) e che fanno la musica potente che conta, che ti sa rivoltare le budella, gente che scrive a canta testi che parlano di come stanno effettivamente le cose e che non ha mai avuto i peli sulla lingua; gente che abusa e abusa e abusa e che ha fatto casini su casinò e che ha sperimentato un po’ di tutto. Lo so, ho detto una marea di cazzate ma “nteresa mì!”, quindi fatevi due risate sane e nonostante tutto credo potrete trovare interessante i discorsi e gli aneddoti raccontati da questi baldi signorotti del disagio esistenziale.
Purtroppo il wordpresso non mi lascia embeddare le robe flashose quindi andate direttamente a questo sito e guardate il video in alto a destra.

Mercoledì 30 dicembre casino chaos bordello, merda volante, sbocco calante, femministe incazzate e vegan carnivori insieme a puttane, trans e anche qualche puttaniere della prima ora per tante ore di divertimento e sano alcoolismo comunitario e anche un po’ comunista forse. Sembra tutta una marea di cazzate anche questa ma forse ho anche un po’ ragione eheheh…

Piove merda governo ladro, scappo dalla polizia anche se non ce la faccio più e mi fa un po’ male dappertutto ma tengo duro perché fa ridere restare al mondo solo per bruciare l’ossigeno degli altri e dare e fare fastidio! Sì, è divertente e folkloristico non porgere né mani né sorrisi e imparare a pensare prima di giudicare perché il destiny’s book non è mica  roba come we don’t give a fuck o i miasma e perché la mamma ha detto che la sodomia fa male e che dopo ti rimane la cacca nell’intestino e dopo muori di merda in tutti i sensi compreso l’olfatto. Penso che la mia culotura musicale ticinese non è roba per i cretacei e che il Teo è bravo quando cerca di fare discorsi senza senso insieme al dentifricio perché lavarsi i denti è peccato e dopo non ti puzza più l’alito e allora sei schwul come mitch bukannone e il liquido seminale diventa solo l’ennesimo veicolo di demenza senil-giovanile perché in realtà siamo già tutti morti, morti dentro senza aver mai vissuto né aver realmente apprezzato il respiro di aria di marmitta stagionata e in fondo ciò che rimane ancora stupefacente è solo la droga perché perché perché perché e perché ancora una volta non c’è più niente da scoprire, da sperimentare; non ci sono più pacchetti di natale da scartare sperando di trovare qualcosa per cui valga ancora la pena di provare quel senso di emozione dalla sorpresa e dire “sì, questo è sensazionale” nel senso semantico e nativo di “ricco di grande senso”. È solo un grande insieme di vomito precompattato e preconfezionato dalle signorine della migros. L’unica cosa che ancora mi fa ridere è vedere il Giulio davanti alla coop che gioca sul cavalluccio dei bocia. Allora sì, penso a quanto è bello fare la cacca e ritrovo la speranza di poterne fare ancora altra e forse un giorno di essere capace di imbrattare le facce di tutte le persone e far loro sentire un odore, l’odore della VITA.

Ci si vedeva nel mondo dei vostri sogni eroterici così venivo a darvi fastidio anche lì!

ATB