Prossimi concerti e muraglie meditative

Uepa l’eta che seta!

Settimana decisamente spesa a non fare un cazzo che concernesse lo studio, ma va bene così. A breve lo split 7″ Gokurtrussell / Insomnia Isterica dovrebbe partire per la stampa e anche le altre cose in ballo stanno prendendo pian piano forma.

Tanto per informazione, ecco i flyer dei prossimi concerti in programma per Insomnia Isterica. Probabilmente saranno gli ultimi due dell’anno a meno che non salti fuori qualcosa all’ultimo, ma, dato che siamo tutti un po’ incasinati, dubito…

Poi, siccome sono bravissimo, vi piazzo una chicca davvero da non perdere.

Ascoltando la prima traccia non ero sicuro di quello che stesse accadendo e non capivo se mi stesse piacendo. Una volta partita la seconda, con il suo incedere maestoso e medievale e l’angelico-diabolica voce tutto è diventato chiaro (meglio dire scuro…).
Da qui in avanti non ci sono stati dubbi e il nuovo disco dei Menace Ruine è una bomba!
Questo simpatico duo di Montreal mischia atmosfere black metal a muraglie di puro noise selvaggio condito con ambientazioni medievali e la voce, la voce porca vacca è davvero incredibile. Non che la tipa sia bravissima ma sa dare quel tipo di misticismo oscuro che tanto ben si intreccia con la marzialità e il senso di abbandono del corpo che queste atmosfere rivelano, infiltrandosi attraverso ogni poro della nostra fisicità e coscienza.
L’autunno è cominciato e l’inverno non tarderà di certo ad arrivare.
Non per tutti, solo per quelli che vogliono TUTTO.

http://www.sendspace.com/file/lz7j18

 

Ci si vede!

 

Atillllllllllllllla

Grazie soci da merda, scimmie fanzinose, e allegria

Uela!

Innanzitutto un grazie ai soci da merda che hanno giocato con i km per venire a Delémont sabato sera. È decisamente stata una bella serata e il concerto è andato bene.
Fa sempre piacere vedere il Teo raggiungere livelli di allegria oltre la norma e pogare con gli occhi chiusi ahahah!! Grazie anche all’Ano per le foto anali, a Dario, Jessi, (r)Igor(n), Jodeli e compagnia bella.
Alla fine del concerto abbiamo anche assistito a giochi disagiati di delirio alcolemico nei quali, sono certo, il Teo si sarebbe divertito a giocherellare con nuovi amici.
Mi spiace per i prezzi dell’alcool davvero proibitivi, ma noi bevavamo a gggggratissss quindi non sentivamo la pressione nel di dentro.

Il 3 aprile saremo di nuovo al SAS con i Gokurtrussell assieme a Lycanthrophy e Say Why? dalla Cechia per un totale uragano di velocità e urla di piacere e dolore.
Con il simpatico gruppetto Insomnia Isterica e finalmente di nuovo con Fafo (grazie a FaBio per essere bravo eheh) suoneremo con Edema e Kazamate il 9 aprile in Fiaska al Molino di LugAno. Anche questo è un concerto che potrebbe interessare diversi palati.

Adesso basta leccarvi il deretano e veniamo a qualcosa di interessante che potrebbe accompagnarvi nella defecazione e che specialmente il GiuliAno apprezzerà.
Il primo numero di Monkeybite Fanzine è uscito nel 1997 con 1000 copie e racchiude tonnellate di interviste e recensioni grind e powerviolence e diversi articoli sulle scimmie e su quanto il genere umano faccia cagare.
Ovviamente vi sto parlando di una copia digitale perché la carta ormai sarà finita nelle fogne americane, ma perlomeno si può ancora godere delle sagge parole dei due colllioni responsabili della situazione e la qualità delle scansioni è ottima, infatti il file pesa attorno ai 60MB.
Se vi interessa c’è anche il secondo numero da qualche parte. Se lo volete fatemi sapere.
Per scargare sapete dove schisciare.

La Kill That Cat ha cominciato a cargare i primi video degli UGZ Speed Trials 2010. Evidentemente io aspetto di vedere PLF e Phobia ma qui c’è già qualcosina.



@Mirko: limonare limonare nel bel mezzo dei blast beat ahahahah!

Vi auguro una buona lettura e visione e a presto!

ATB

Hippie svedesi bravi e profeti del 3° millennio

Che bello il natale che fa bene ai nostri fegati mai stanchi e i babbi natali che rimangono incastrati nei camini perché mangiano troppi bambini e le renne che fanno la cacca sui marciapiedi e poi i vecchi ci scivolavano sopra e morivano e i papi e i cardinali assaliti che rompevano i femori e il freddo che fa bene alle ossa e nessuno che gliene frega un cazzo del Gesù Bambino!

Minchia che intro…

Tagliamo la testa alle barbie e ai big jim e veniamo agli hippie svedesi che fanno le belle musick:

Siena Root, Different Realities, 2009

“Che belle musiche” dissero i mirki e i giuliani nel locale antiatomico del tessin e allora come non proporli al popolo della rete pornosa?!
Deep Purle, Led Zeppelin, 70’s, un po’ di progressioni prog e stonerate, strumenti indiani, atmosfere orientali e tanta droga vanno a formare il sound di questa eccezionale band svedese al 4° full length. Recentemente è uscita anche la versione in vinile che credo proprio meriti l’attenzione del nostro borsino.
Basta parlare e godete!

E adesso or ora in questo momento tocca ai profeti del 3° millenio… Persone che stimo (?) (eh… non troppo ma un po’ sì dai) e che fanno la musica potente che conta, che ti sa rivoltare le budella, gente che scrive a canta testi che parlano di come stanno effettivamente le cose e che non ha mai avuto i peli sulla lingua; gente che abusa e abusa e abusa e che ha fatto casini su casinò e che ha sperimentato un po’ di tutto. Lo so, ho detto una marea di cazzate ma “nteresa mì!”, quindi fatevi due risate sane e nonostante tutto credo potrete trovare interessante i discorsi e gli aneddoti raccontati da questi baldi signorotti del disagio esistenziale.
Purtroppo il wordpresso non mi lascia embeddare le robe flashose quindi andate direttamente a questo sito e guardate il video in alto a destra.

Mercoledì 30 dicembre casino chaos bordello, merda volante, sbocco calante, femministe incazzate e vegan carnivori insieme a puttane, trans e anche qualche puttaniere della prima ora per tante ore di divertimento e sano alcoolismo comunitario e anche un po’ comunista forse. Sembra tutta una marea di cazzate anche questa ma forse ho anche un po’ ragione eheheh…

Piove merda governo ladro, scappo dalla polizia anche se non ce la faccio più e mi fa un po’ male dappertutto ma tengo duro perché fa ridere restare al mondo solo per bruciare l’ossigeno degli altri e dare e fare fastidio! Sì, è divertente e folkloristico non porgere né mani né sorrisi e imparare a pensare prima di giudicare perché il destiny’s book non è mica  roba come we don’t give a fuck o i miasma e perché la mamma ha detto che la sodomia fa male e che dopo ti rimane la cacca nell’intestino e dopo muori di merda in tutti i sensi compreso l’olfatto. Penso che la mia culotura musicale ticinese non è roba per i cretacei e che il Teo è bravo quando cerca di fare discorsi senza senso insieme al dentifricio perché lavarsi i denti è peccato e dopo non ti puzza più l’alito e allora sei schwul come mitch bukannone e il liquido seminale diventa solo l’ennesimo veicolo di demenza senil-giovanile perché in realtà siamo già tutti morti, morti dentro senza aver mai vissuto né aver realmente apprezzato il respiro di aria di marmitta stagionata e in fondo ciò che rimane ancora stupefacente è solo la droga perché perché perché perché e perché ancora una volta non c’è più niente da scoprire, da sperimentare; non ci sono più pacchetti di natale da scartare sperando di trovare qualcosa per cui valga ancora la pena di provare quel senso di emozione dalla sorpresa e dire “sì, questo è sensazionale” nel senso semantico e nativo di “ricco di grande senso”. È solo un grande insieme di vomito precompattato e preconfezionato dalle signorine della migros. L’unica cosa che ancora mi fa ridere è vedere il Giulio davanti alla coop che gioca sul cavalluccio dei bocia. Allora sì, penso a quanto è bello fare la cacca e ritrovo la speranza di poterne fare ancora altra e forse un giorno di essere capace di imbrattare le facce di tutte le persone e far loro sentire un odore, l’odore della VITA.

Ci si vedeva nel mondo dei vostri sogni eroterici così venivo a darvi fastidio anche lì!

ATB